RONDINE INCONTRA MATTARELLA: IL PRIMO CAPO DI STATO A RICEVERE L’APPELLO CHE SARÀ PRESENTATO ALLE NAZIONI UNITE

Roma, 12 ottobre 2018 – È stato il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella il primo Capo di Stato a ricevere ufficialmente l’Appello che Rondine presenterà ai 193 Stati membri delle Nazioni Unite il prossimo 10 dicembre, in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

L’associazione sarà al Palazzo di Vetro di New York su invito della Rappresentanza Italiana e della Farnesina come unica realtà italiana che quel giorno rappresenterà il Paese e porterà alle Nazioni Unite il modello unico di trasformazione creativa dei conflitti.

L’Appello è stato letto al Presidente della Repubblica da una giovane palestinese e da un israeliano, che a Rondine dimostrano di poter convivere ogni giorno e lavorare insieme. Mattarella, cogliendo la forza del loro messaggio e di un’esperienza di vita vera, ha accolto l’Appello manifestando profonda vicinanza e incoraggiamento ai giovani di Rondine perché possano essere portatori di un cambiamento nel mondo che parta proprio dall’Italia.

La loro passione e il loro coraggio hanno emozionato e colpito nel profondo il Presidente Mattarella, che li ha incoraggiati a continuare questo percorso perché, come ci insegna la Storia, dal basso si può cambiare il mondo, anche quando sembra impossibile.

RONDINE MEETS PRESIDENT MATTARELLA: THE FIRST HEAD OF STATE RECEIVING THE APPEAL TO BE PRESENTED AT THE UN

Rome, 12th October 2018 – The President of the Italian Republic Sergio Mattarella has been the first Head of State to officially receive the Appeal that Rondine is going to present to the 193 Member State of the United Nations on next 10th of December, on the occasion of the 70th anniversary of the Universal Declaration of Human Rights.

The association is going to be at the UN Headquarter in New York upon invitation of the Italian Delegation and the Italian Ministry of Foreign Affairs as the only Italian group representing the country on that day and it is going to present a unique model for the creative transformation of conflicts.

The Appeal has been read to the President of the Republic by a Palestinian girl and an Israeli young man, proving that in Rondine they can cohabitate and work together every day. Mattarella, gathering the strength of their message and their real-life experience, welcomed the Appeal with huge support and encouragement for the Rondine youths, so that they can be the bearer of a world change starting right from Italy.

Their passion and courage deeply moved and impressed President Mattarella, who encouraged them to continue this process because, as History teaches us, those at the bottom can change the world, even when it seems impossible.

FROM LA VERNA TO UN: RONDINE LAUNCHES THE CAMPAIGN LEADERS FOR PEACE

La Verna, 7th October 2018La Verna, defined by Giorgio La Pira as “the springboard for peace actions”, has been the framework for the official launch of the global campaign Leaders for Peace, that on next 10th of December is going to be presented at the United Nations on the occasion of the 70th anniversary of the Universal Declaration of the Human Rights.

The event opened with the summit “Roots and future”, recalling the story and the mission of Rondine through the witnesses of some of its founders: the president Franco Vaccari, the bishop of Grosseto Mons. Rodolfo Cetoloni and Domenico Giani, commander of the Corps of Gendarmerie of Vatican City. Aside them, there was also Felix Stanevskiy, former Russian ambassador in Italy, who supported Rondine in its first steps with its activities of second-track diplomacy.  

The core of the event was the announcement of the Appeal for the global campaign, through which Rondine is going to ask the UN Member States to detract a symbolic amount from their defence budget in order to invest it in scholarships for future peace leaders and also to include the human rights education in their national school programs, integrating them with the Rondine Method.

We need global peace leaders trained with a new method, who are capable of immediately influencing different societies and the world, directing change and propelling us forward into a new era”, read, quoting the Appeal, Manuella Markaj, vice president of the Rondine International Peace Lab, the association reuniting the former students from the Citadel of Peace which is promoting the campaign alongside with Rondine.

DALLA VERNA ALL’ONU: RONDINE LANCIA LA CAMPAGNA “LEADERS FOR PEACE”

La Verna, 7 ottobre 2018 – È stata La Verna, che Giorgio La Pira definiva “trampolino per imprese di pace”, a fare da cornice al lancio ufficiale della campagna globale Leaders for Peace, che il prossimo 10 dicembre sarà portata alle Nazioni Unite in occasione del 70° anniversario dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

L’evento si è aperto con l’incontro “Le radici e il futuro”, in cui è stata ripercorsa la storia e la missione di Rondine attraverso le testimonianze di alcuni dei suoi fondatori: il presidente Franco Vaccari, il vescovo di Grosseto mons. Rodolfo Cetoloni e Domenico Giani, comandante del Corpo della Gendarmeria vaticana. Al loro fianco anche Felix Stanevskiy, ex ambasciatore russo in Italia, che ha sostenuto i primi passi di Rondine nella sua attività di diplomazia popolare.

Cuore dell’evento è stata la diffusione dell’Appello della campagna globale, con cui Rondine chiederà agli Stati Membri delle Nazioni Unite di sottrarre una cifra simbolica dal proprio bilancio della difesa per investirla in borse di studio per futuri leader di pace e di introdurre l’educazione ai diritti umani nei sistemi di istruzione nazionali, integrandola con il Metodo Rondine.

Occorrono leader globali, leader di pace formati con metodo nuovo e capaci di influenzare subito le società e il nostro pianeta, per orientare il cambiamento e il salto in una nuova era”, ha letto, citando l’Appello, Manuella Markaj, vice presidente di Rondine International Peace Lab, l’associazione che riunisce gli ex studenti della Cittadella della Pace e che promuove la campagna insieme a Rondine.